Svezzamento: il brodo vegetale e la prima pappa.

Dopo aver dato la prima frutta ai vostri piccoli, è il caso di iniziare con le verdure. E’ bene che i bambini alternino tutti i tipi di verdura, ovviamente seguendo le tappe di somministrazione degli stessi. Ogni verdura va proposta alla giusta età: io ho trovato molto utile questo elenco, che vi permette di sapere quando indicativamente potete iniziare a proporre un alimento a vostro figlio.

Ingredienti primo brodo:
1 carota
1 patata sbucciata
1 zucchina
1 costa  di sedano con le sue foglie

Procedimento:
Lavate accuratamente le verdure, eliminate le parti non commestibili, tagliatele a pezzi e mettetele a cuocere in circa 1,5 litri di acqua non salata. Dopo circa 20 minuti, quando saranno perfettamente cotte, filtrate il brodo in un recipiente e mettete le verdure in un altro.
Potete cuocerlo anche in pentola a pressione, ovviamente i tempi si ridurranno.
Potete conservare il brodo e le verdure in freezer, già sporzionate, per circa 1 settimana, oppure in frigorifero per 24 ore.

Le primissime pappe.
Io mi sono regolata così: il primo giorno ho frullato 150 ml di brodo con 1 cucchiaio da minestra di zucchine, un paio di cucchiai di farina di riso (per la quantità di farina regolatevi in base al risultato ottenuto, non tutte le farine danno la stessa consistenza) e un cucchiaino scarso di olio extravergine di oliva. Dovete ottenere una pappa cremosa, una sorta di passato di verdura.
Il secondo giorno ho fatto lo stesso ma al posto della zucchina ho utilizzato la carota. Il terzo la patata e il quarto il sedano. In questo modo ho verificato se la bambina gradiva il sapore delle singole verdure e le sue eventuali reazioni.
Nei giorni seguenti ho mescolato le verdure e alternato alla farina di riso anche la farina di mais e tapioca. Visto che mia figlia non ha ancora 6 mesi, aspetto ad inserire il semolino e altre farine che contengono glutine.

Prime pappe zucchina e patate

Dopo la pappa, se il bambino ha ancora fame, potete dare un po’ di frutta (preparata come consigliata QUI, oppure cotta in un goccio d’acqua e poi spappolata), oppure aumentare la quantità del brodo fino a 200 ml e proporzionalmente della farina e delle verdure.

La prossima settimana parleremo dell’eventuale introduzione dei latticini e dei legumi.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...