Torta alle 2 creme

L’idea di questo dolce mi è venuta pensando a 2 preparazioni che da vegetariana mi piacevano molto: la torta di budino e il tiramisù. Il risultato in realtà è molto diverso da entrambi i dolci che volevo evocare, ma resta comunque una ricetta golosa per un dolce freddo al cucchiaio. Spero vi piaccia come è piaciuta a noi!

Ingredienti per 6-8 persone:
300 g di biscotti secchi vegan
350 ml di latte di riso (crema 1) + 1 tazzina (crema 2)
200 ml di panna vegetale da montare
100 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di zucchero
6 tazzine di caffè leggermente zuccherato
3 cucchiai di farina di riso
3 cucchiai di cocco rapè
1 cucchiaino di burro di cocco (se non l’avete potete ometterlo, non credo sia fondamentale per la ricetta)

Procedimento:
In un pentolino mettete un cucchiaino di burro di cocco e lasciatelo sciogliere a fiamma bassa, poi unite la farina di riso e un goccio di latte. Mescolate con una frusta e, una volta amalgamati, unite gradualmente il restante latte di riso (ad eccezione della tazzina che va nella seconda crema), sempre mescolando. Unite dunque lo zucchero e il cioccolato tritato grossolanamente e fate cuocere fino a che la crema si ispessirà (tipo budino). Se la crema dovesse risultare troppo liquida, aggiungete ancora un cucchiaino di farina di riso; se dovesse risultare troppo compatta, stemperatela con un  goccio di latte. Fatela raffreddare.
In una ciotola montate poi la panna con il cocco e la tazzina di latte che avete tenuto precedentemente da parte (sia la panna che il latte devono essere freddi di frigo), in modo che la crema sia morbida. Se la panna non era già zuccherata, unite un cucchiaio di zucchero.
A questo punto potete montare il dolce: alternate uno strato di biscotti imbevuti nel caffè a uno di crema al cioccolato e uno di panna, fino ad esaurire gli ingredienti. Alla fine cospargete il dolce con una spolverata di cocco o cacao. Mettete in frigorifero fino al momento di servirlo. Vi consiglio di prepararlo il giorno prima.

IMG_20170319_130542

Buon appetito!

Torta di cioccolato e zucchine

Cosa? Cioccolato e zucchine? In un dolce? Ma sì dai! Avete mai mangiato la torta di carote? E allora perché non provare anche una torta di zucchine?! Questa ricetta è contenuta nel libro di qui vi ho già parlato nell’ultima ricetta, “Fai come Isa” di Isa Chandra Moskowitz. Trovo necessario condividerla il più possibile perché è un dolce molto buono, specie il giorno dopo, cioccolatoso e golosa al punto giusto. Contiene frutta e verdura in gran quantità, per cui alleggerisce il peccato di gola!

Ingredienti per una tortiera di 30 cm di diametro:
350 g di farina 00
50 g di cacao amaro
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale
225 g di zucchero di canna integrale
2 mele
170 ml di latte vegetale (io mandorla) + 110 ml per la copertura
110 ml di olio di semi di girasole
350 g di zucchine grattugiate
170 g di cioccolato fondente
2 cucchiaini di sciroppo d’agave

Procedimento:

Unite in una ciotola farina, cacao, lievito, bicarbonato, sale, zucchero e mescolate.
Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e frullatele. Unite alle farine la purea di mele, il latte, l’olio e mescolate bene. Aggiungete poi le zucchine grattugiate e amalgamate il tutto.
Mettete in uno stampo precedentemente unto con poco olio e infornate in forno già caldo a 180°. Cuocete per circa 50 minuti, facendo la prova stuzzicadenti. Togliete la torta dal forno, eliminate la tortiera e fatela raffreddare completamente sull’apposita griglia.
Quando la torta sarà completamente raffreddata, preparate la copertura al cioccolato. In un pentolino fate bollire il latte, poi toglietelo dal fuoco e  aggiungete il cioccolato tritato a scaglie e lo sciroppo d’agave. Mescolate bene fino a che il cioccolato non sarà completamente liscio senza grumi. Ricoprite con questa salsa la torta e fatela raffreddare. Trovo che sia più buona il giorno dopo: umida all’interno, scioglievole al palato, super cioccolatosa! La zucchina non si percepirà al palato, quindi potrete ingannare chiunque!

torta al cioccolato e zucchine di Isa

Buon appetito!

 

Tortine di limone con crema

Mi è stato chiesto di preparare una ricetta che valorizzasse i limoni super profumati che c’erano in cassetta bio questa settimana. Dal momento che la domenica pomeriggio la associo a merende in famiglia e coccole con le mie bimbe, ho preparato delle tortine colorate e divertenti, ideali per la merenda o la colazione, soffici e delicate, ma con quel gusto di limone inconfondibile che le caratterizza.

Ingredienti per 10 tortine:
200 g di farina
100 g di fecola di patate
100 g di olio di semi bio
100 g di zucchero di canna
2 cucchiaini di lievito
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
250 ml di latte vegetale a piacere
la scorza e il succo di un limone

Ingredienti per la crema:
250 ml di latte vegetale a piacere (io soia)
25 g di fecola di patate o maizena
40 g di zucchero di canna
il succo e la scorza di un limone
curcuma (opzionale, serve per dare un colore più giallo)

Procedimento:
In una ciotola mescolate la farina con la fecola, lo zucchero, il lievito e il bicarbonato. Aggiungete poi il latte, l’olio, la scorza e il succo del limone.  Amalgamate gli ingredienti con una frusta fino a che non ci saranno più grumi, poi dividete l’impasto in piccoli stampi di circa 8 cm di diametro (io ho usato dei semplici stampi di carta comprati all’ikea, usando l’accortezza di metterne due per volta onde evitare straripamenti in forno!), lasciando almeno mezzo cm dal bordo.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 15/20 minuti, fate comunque la prova stuzzicadenti per verificare che siano cotti. La superficie si dorerà leggermente.
Mentre le tortine si raffredderanno, preparate la crema.
In un pentolino mettete la fecola o la maizena con un goccio di latte tiepido. Mescolate bene con la frusta fino a che non ci saranno grumi, aggiungete lo zucchero, il resto del latte, la scorza e il succo di un limone e mettete sul fuoco per circa 5/6 minuti, sempre mescolando. Se vi piace e volete una crema molto gialla, aggiungete mezzo cucchiaino di curcuma. Fate cuocere fino a che la crema si sarà ben ispessita e verificate che non ci siano grumi, poi lasciatela raffreddare completamente, mescolandola di tanto in tanto.
Prendete le tortine ormai raffreddate, scavate il centro con un cucchiaino e riempitele con la crema. Decorate e a piacere con una fettina di limone.
tortine di limoneBuon appetito!

Torta di carote e yogurt

Era da tempo che mi ero segnata la ricetta per questa torta (trovata in questo sito: www.veganriot.it) e finalmente sono riuscita a prepararla, con alcune modifiche dettate dalla disponibilità degli ingredienti e dalla golosità: le gocce di cioccolato fondente non erano previste nella versione originale! Il risultato è una torta leggermente umida, saporita, in cui la carota la fa sicuramente da protagonista. Dimenticavo: è facilissima da preparare!

Ingredienti per una torta di 24 cm di diametro:
300 g di carote grattugiate
2 vasetti da 125 g di yogurt di soia al gusto di frutta che preferite (noi pesca)
2 vasetti di zucchero mascobado
1 vasetto di olio di semi biologico (io mais)
4 cucchiai di amido di mais
3 vasetti di farina 1
la scorza grattugiata di un limone
1 bustina di lievito per dolci
gocce di cioccolato fondente (o cioccolato tritato)

Procedimento:
Unite tutti gli ingredienti in una ciotola capiente e mescolate con cura. Versate l’impasto in uno stampo precedentemente oliato e infarinato. Cospargete con le gocce di cioccolato e fate cuocere per circa 30 minuti in forno già caldo a 180°. Verificate la cottura con lo stecchino: deve uscire asciutto. Fate raffreddare e servite.

Torta di carote e yogurt

Buon appetito!

 

Crostata con confettura di fichi

La mia vicina di casa è una signora molto gentile, che spesso ci regala verdure o frutta provenienti dal suo terreno. L’altro giorno si è presentata con qualcosa come un centinaio di fichi maturi, pronti da mangiare! Ho deciso quindi di provare a fare la confettura di fichi e, visto che ne è uscita parecchia, l’ho utilizzata per farcire una crostata. Ho cercato in internet una ricetta per una frolla vegana e mi sono imbattuta nella frolla all’olio di Montersino. Ovviamente ho dovuto rivederla in base agli ingredienti che avevo in casa, quindi della ricetta originale  non resta molto, ma visto che il risultato è stato ottimo, ve la propongo nella mia versione!

Ingredienti per 2 torte dal diametro di 30 cm:
100 g di farina integrale
200 g di farina 0
200 g di farina manitoba multicereali (avevo quella in casa, ottimo risultato! Potete sostituirla con farina di farro)
250 g di zucchero mascobado
70 ml di olio di semi
70 ml di olio extravergine di oliva
130 ml di acqua
1 bustina di lievito istantaneo per dolci
confettura di fichi (circa 2 vasetti)
gocce di cioccolata (opzionale)

Procedimento:
Per prima cosa vi dico come ho fatto la confettura di fichi, nel caso non voleste comperarla. Ho lavato i fichi (circa 2 kg), eliminato il picciolo, tagliati a metà per verificare che non vi fossero insetti all’interno e poi li ho messi in una pentola con il succo di mezzo limone, 4 cucchiai di zucchero di canna (erano già molto zuccherini) e 1 bicchiere di acqua. Li ho lasciati cuocere circa 45 minuti/1 ora, avendo cura di mescolare spesso per non far bruciare il composto.

Passiamo ora alla frolla.
Unite gli oli con l’acqua e lo zucchero e mescolate bene in modo che quest’ultimo si sciolga parzialmente.
Unite le farine con il lievito, setacciatele bene per eliminare i grumi, poi aggiungete i liquidi, impastando velocemente con le mani fino a formare un panetto compatto. Se necessario aggiungete farina.
Avvolgete il panetto nella pellicola e mettetelo in frigo.
Dopo 30 minuti estraete il panetto dal frigo e dividetelo in 2. Con questa ricetta si possono fare 2 crostate, oppure una crostata e dei biscotti con la frolla rimanente. Altra alternativa è congelare la frolla rimasta e utilizzarla successivamente.
Stendete la frolla con l’aiuto di un mattarello, disponendola tra due fogli di carta forno: in questo modo sarà molto più semplice. Quando avrete ottenuto una frolla spessa circa 5 mm, eliminate un foglio di carta forno e mettete la frolla in una tortiera a cerniera, lasciando un foglio di carta forno tra la tortiera e la frolla.
Bucherellate il fondo con una forchetta e tagliate la frolla in eccesso. Riempite la crostata con la confettura di fichi, abbondante. Terminate creando delle strisce di pasta frolla che disporrete sulla superficie. Se vi piace, guarnite con gocce di cioccolato fondente.
Infornate a 180° per circa 30/40 minuti, mettendo la teglia a circa 1/3 del forno dal basso. Provate a verificare con uno stuzzicadenti i bordi. Fatela raffreddare completamente prima di servirla.

crostata con marmellata di fichi

fetta

Buon appetito!

Dolce al cucchiaio con fragole e cocco

Quando in cassetta ci sono le fragole, le mie figlie le accolgono con grande felicità. Dire che ne sono ghiotte è riduttivo, le mangerebbero in ogni momento! Per viziarle un po’ stamattina mi sono messa al lavoro per creare un dolce goloso, piuttosto sano e bello da vedere. Secondo me ci sono riuscita, vi invito a provare la ricetta!

Ingredienti per 2 bicchieri:
20 mandorle sgusciate
4 datteri denocciolati
200 ml di crema di cocco (io ho usato questa)
100 ml di latte vegetale (io soia)
10 fragole
2 cucchiai di cocco rapè
50 ml di succo di pera
3 cucchiaini di sciroppo d’agave
1 cucchiaino raso di zucchero di canna
succo di limone
1 cucchiaino raso di agar agar

Procedimento:
Frullate le mandorle con i datteri e 1 cucchiaino di sciroppo d’agave. Otterrete un composto appiccicoso, che metterete in 2 bicchieri trasparenti, schiacciandolo sul fondo con un cucchiaio bagnato (così non si appiccicherà).
Portate il latte a ebollizione, aggiungete mezzo cucchiaino raso di agar agar e fate cuocere 3/4 minuti, mescolando con una frusta di tanto in tanto. Mettete in un contenitore la crema di cocco con il cocco rapè, un cucchiaino di sciroppo d’agave e il latte in cui avete sciolto l’agar agar (ancora caldo). Mescolate la crema e versatela nei due bicchieri. Metteteli in frigorifero per 30 minuti, in modo che la crema di cocco si inizi a rapprendere.
Lavate le fragole e togliete le foglioline, Tagliatene 4 a piccoli pezzi e fatele macerare in una ciotola con 1 cucchiaino raso di zucchero di canna e un goccio di limone.
Le alte 6 fragole frullatele con un cucchiaino di sciroppo d’agave.
Portate a ebollizione il succo di pera, aggiungete l’altra metà del cucchiaino di agar agar e lasciate cuocere 3/4 minuti, mescolando con una frusta di tanto in tanto. Aggiungete il succo alle fragole frullate e mescolate.
Prendete i bicchierini dal frigo e verificate che la crema di cocco si sia rappresa, poi versate la crema di fragole formando uno strato preciso. Rimettete in frigo per almeno 1 ora (deve essere ben freddo). A quel punto prendete il dolce e guarnitelo con le fragole macerate nello zucchero e limone.
Tenete in frigorifero fino al momento di servire.

dolce al cucchiaio con fragole e cocco

Buon appetito!

Golosità alla banana

Un dolce al cucchiaio fresco e cremoso, che unisce banane e frutta secca per un risultato davvero delizioso!

Ingredienti per 3 persone:
1 manciata di mandorle senza guscio (ma con la buccia)
1 manciata di anacardi al naturale
2 cucchiai di cocco grattugiato
2 datteri
1 cucchiaino di crema di arachidi al naturale (sostituibile con una manciata di arachidi al naturale)
2 cucchiaini di sciroppo d’agave
2 banane
100 ml di latte di cocco
1 cucchiaio di succo di limone
1/2 cucchiaino raso di agar agar

Procedimento:
Frullate le mandole con gli anacardi, i datteri, il cocco, la crema di arachidi e lo sciroppo d’agave.  Dovete ottenere una granella non troppo fine, che va stesa su un foglio di carta forno aiutandosi con un mattarello leggermente oliato, fino a raggiungere uno spessore di 3/4 mm. Dovete poi ricavare 3 dischi della grandezza degli stampini che utilizzerete per confezionare il dolce.
Fate bollire il latte di cocco con l’agar agar per circa 3/4 minuti, avendo cura di mescolare spesso. Frullate le banane con il limone fino ad ottenere una purea, a cui andrete ad aggiungere il latte con l’agar agar. Mescolate bene. Riempite degli stampini di alluminio (quelli per fare i tortini o i muffin) con il composto di banane e adagiatevi sopra un disco di granella. Mettete in frigo per circa 4/5 ore in modo che la crema di banane si solidifichi.
Sformate il dolce capovolgendolo su un piatto (se fate fatica a sformarlo, tagliate  lo stampino con le forbici). Guarnite il dolce con un filo di sciroppo d’agave e i resti della granella sbriciolati sopra.

Semifreddo alle banane
Buon appetito!

 

Biscotti vegani con mandorle e cioccolato

Il post di questa settimana è uno strappo alle “regole” del blog, che prevede la pubblicazione di ricette con ingredienti trovati nella cassetta bio. Ma siccome sono regole che mi sono auto-imposta, posso benissimo trasgredirle! Non potevo non pubblicare questa ricetta di biscotti alle mandorle e cioccolato: sono davvero ottimi, io li preparo tutte le domeniche e durano l’intera settimana. Buoni sia da soli che inzuppati nel latte o nel tè, non vi faranno rimpiangere i vostri biscotti confezionati preferiti!

Ingredienti per 70 biscotti circa:
375 g di farina 0
50 g di fecola di patate
100 g di farina di riso
130 g di mandorle tritate finemente con il mixer
250 g di zucchero di canna
50 g di cioccolato fondente
12 g di lievito
150 g di olio di girasole bio
150 ml di acqua
la buccia di 1/2 limone

Procedimento:
Mettete lo zucchero nell’acqua e mescolate bene, in modo che lo zucchero si sciolga un po’. Tritate il cioccolato con il coltello. Unite tutti gli ingredienti e lavorateli velocemente. Prendete il composto (che sarà ben malleabile) e formate 2 “salami”del diametro di circa 3-4 cm, avvolgeteli nella carta stagnola e metteteli in frigo per almeno un’ora.
Trascorso il tempo necessario, eliminate la stagnola e affettate il composto con un coltello mantenendo uno spessore di circa 1 cm. Posizionate i biscotti così ottenuti su una teglia ricoperta di carta da forno e cuoceteli in forno già caldo a 170° per circa 15 minuti (io ho utilizzato la funzione ventilato). I biscotti dovranno risultare leggermente dorati, poi una volta raffreddati avranno la consistenza corretta.

Biscotti vegani mandorle e cioccolato

Buon appetito!

Torta integrale di mele

E’ tornato il periodo delle mele e, di conseguenza, delle torte di mele! Questa ricetta prevede l’utilizzo di ingredienti integrali, che la rendono rustica ma non per questo meno piacevole al palato. Lo zucchero e la farina integrale, oltre a conferirle un magnifico colore ambrato, le daranno un gusto leggermente caramellato, davvero goloso!

Ingredienti per una torta di circa 24 cm di diametro:
200 gr di farina integrale
100 gr di farina 0
50 gr di amido di mais
250 gr di latte vegetale (io ho usato quello di riso)
120 gr di zucchero di canna integrale Mascobado
1 bustina di lievito per dolci
1 mela
30 gr di mandorle
150 ml di olio di semi di girasole (o altro olio vegetale)
cannella
1 pizzico di sale

Procedimento:
Frullate le mandorle con un goccio di latte per alcuni istanti (non importa se restano dei granelli) e mettete il tutto in una ciotola. Aggiungete il restante latte, l’olio, lo zucchero, un pizzico di sale e amalgamate bene. Unite poi gradualmente le farine, precedentemente setacciate con il lievito e cannella a piacere . Mescolate bene con una frusta, fino a che il composto sarà omogeneo. Foderate lo stampo con carta da forno precedentemente bagnata e strizzata e riempitela con l’impasto. Sbucciate la mela e tagliatela a fette sottili, poi disponetele sulla superficie facendole leggermente affondare. Infornate in forno già caldo a 185° per circa 40/45 minuti, fate comunque la prova stuzzicadente per vedere se è pronta.

torta integrale di mele

Buon appetito!

Budino di mandorle e mandarini satsuma

I mandarini satsuma sono una varietà deliziosa di agrumi, molto succosi e senza semi. Oggi li ho usati per preparare un dessert al cucchiaio per le mie bimbe, che hanno decisamente gradito!

Ingredienti per 4 porzioni:
250 ml di succo di mandarini satsuma (6/7 mandarini)
250 ml di latte di mandorla bio non zuccherato (io ho utilizzato quello della Provamel, che è leggermente dolcificato con sciroppo d’agave)
2 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaino di agar agar in polvere
2 cucchiai rasi di maizena
mandorle per decorare
sciroppo d’agave (facoltativo)

Procedimento:
In un pentolino  mettete il succo dei mandarini, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio raso di maizena e mescolate molto bene. Mettete sul fuoco e, una volta caldo, aggiungete 1/2 cucchiaino di agar agar. Fate cuocere 3 minuti, continuando a mescolare. Il composto inizierà ad ispessirsi, a quel punto versatelo in 4 coppette.
Sciacquate il pentolino e versatevi il latte di mandorla, aggiungete un cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio raso di maizena e mescolate molto bene. Mettete sul fuoco e, una volta caldo, aggiungete 1/2 cucchiaino di agar agar. Fate cuocere 3 minuti, continuando a mescolare. Il composto inizierà ad ispessirsi, a quel punto versatelo nelle 4 coppette in cui avevate già messo il budino di mandarino.
Lasciate raffreddare completamente e mettetelo in frigorifero fino al momento in cui lo servirete.
Decorate con mandorle a piacere ed eventualmente con un filo di sciroppo d’agave, per coloro che amano le cose dolci.

budino di mandorle e mandarini satsuma

Buon appetito!