Pasta fresca colorata con porri e asparagi

In una famiglia con due bimbe femmine le richieste di oggetti, vestiti e cibi rosa non mancano di certo! Questo piatto nasce per accontentare le piccole di casa, che volevano mangiare qualcosa di rosa e con gli asparagi (non sono proprio di stagione, ma facciamo uno strappo alle regole!). E’ stato talmente un successo che condivido subito la ricetta!

Ingredienti per 4/6 persone:
PER LA PASTA
600 g di farina 0
1 barbabietola piccola
olio evo
sale
latte di riso non zuccherato qb (potete usare anche l’ acqua ma io preferisco il latte per questo tipo di pasta)
PER IL CONDIMENTO
300 g di asparagi surgelati lessati
1 porro piccolo
100 ml di panna di soia (o altra panna vegetale)
1 busta di zafferano
prezzemolo
sale
olio
lievito alimentare (opzionale)

Procedimento:
Per prima cosa fate lessare la barbabietola e, una volta pronta, sbucciatela e frullatela con un bicchiere di latte vegetale. Su una spianatoia preparate la farina e impastatela con la barbabietola frullata, 2 prese di sale, 2 cucchiai di olio e latte qb per ottenere un panetto senza grumi, elastico e non appiccicoso. Considerate che dovrete impastare per almeno una decina di minuti: più la lavorerete più risulterà elastica e lavorabile. Avvolgete il panetto di pasta in un canovaccio e mettetelo in frigo per almeno 30 minuti.
Nel frattempo pulite e tagliate sottilmente la parte bianca del porro. Fatelo rosolare in una padella con un goccio d’olio per alcuni minuti, fino a che il porro sarà morbido. A quel punto unite gli asparagi già lessati e tagliati a piccoli pezzi (ad eccezione delle punte che potete lasciare integre). Salate e lasciate cuocere per una decina di minuti, aggiungendo un mestolo di acqua calda al bisogno. Trascorso questo tempo unite la panna e lo zafferano e amalgamate bene. Poi spegnete il fuoco.
Prendete la pasta dal frigo e stendetela sottilmente con l’aiuto di un mattarello: dovete ottenere una sfoglia di massimo 2 mm di spessore. Infarinatela bene, arrotolatela e tagliatela a striscioline della larghezza di 3 mm. Srotolate la pasta e mettetela su un vassoio infarinato, in modo che non si attacchi.
Cuocete la pasta in abbondante acqua bollente salata per circa 1 minuto (assaggiatela per sicurezza, comunque cuocerà molto velocemente essendo pasta fresca). Versate la pasta scolata nella padella con il condimento, fate amalgamare un minuto a fuoco vivace e spolverate con prezzemolo e lievito alimentare a piacere.

Pasta fresca alle barbabietole, porri e asparagi

Buon appetito!

Annunci

Pasta fresca al sedano (con sugo di verdure)

La ricetta di oggi si può scomporre in due parti: prima vi darò le istruzioni per preparare una magnifica pasta fresca in casa, utilizzando le foglie del sedano per dare colore e sapore (altra idea anti spreco dopo questa), poi vi suggerirò un sugo con cui condirla, anche se potete dare spazio alla vostra fantasia. Un po’ laboriosa perché c’è da fare la pasta, ma vi assicuro che ne vale la pena!

Ingredienti per 4 persone:
PER LA PASTA
400 g di farina 0
125 ml di latte di riso (o altro latte vegetale)
le foglie di un mazzo di sedano
sale
olio evo

PER IL SUGO
1 porro
1 finocchio
1 cespo di radicchio rosso piccolo
1 gambo di sedano
200 g di polpa di pomodoro
prezzemolo
olio evo
sale
peperoncino

Procedimento:
PER LA PASTA
Frullate le foglie di sedano con un goccio di latte. Mettete la farina su una spianatoia, fate un buco al centro e versatevi il latte rimasto e quello frullato con il sedano, 4 cucchiai di olio e  un pizzico di sale. Impastate vigorosamente fino ad ottenere un panetto liscio e morbido, che avvolgerete nella pellicola e metterete nel frigo per almeno mezz’ora. Ovviamente le dosi potrebbero essere leggermente diverse, perché dipendono dalla farina utilizzata, dalla quantità esatta di foglie di sedano, etc… Dosatevi ad occhio, aggiungendo eventualmente più farina o più latte, a seconda dei casi.
Una volta che la pasta avrà riposato, potete stenderla con l’aiuto di un mattarello su un piano infarinato. Stendetela fino ad uno spessore di 3/4 mm, poi tagliatela con un coltello affilato a striscioline altrettanto larghe (vedete foto sotto). Cuocete la pasta in abbondante acqua salata per circa 3/4 minuti.

PER IL SUGO
Questo sugo è veramente semplice: mondate tutte le verdure e tagliatele a piccoli pezzi, poi mettetele in una padella con un goccio generoso d’olio, il pomodoro e 1 bicchiere d’acqua. Salate, mettete il coperchio e lasciate cuocere circa 20/25 minuti, mescolando di tanto in tanto. Quando le verdure saranno morbide, quasi sfatte, aggiustate di sale e spolverate con prezzemolo e, se vi piace, peperoncino in polvere.

Condite la pasta con il sugo e servite.

Pasta fresca al sedano con sugo di verdure

Buon appetito!

Pasta fresca con pesto di basilico e mandorle

Era da un po’ di tempo che non mi dedicavo alla cucina, ma domenica, per festeggiare come si deve il mio 33° compleanno, mi sono ritagliata un paio d’ore per la preparazione di un pranzetto da ricordare!

Oggi vi propongo la ricetta del primo piatto: una pasta fresca condita con un pesto diverso dal solito e dei pomodorini saporiti in accompagnamento.

Ingredienti per 4 persone:
400 gr di farina (io ho usato metà 0 e metà 1)
30 foglie di basilico
20 mandorle spellate
20 pomodorini ciliegino
sale
acqua qb
olio evo
paprika dolce (o curcuma)
1 cucchiaino di zucchero di canna
erbe aromatiche (timo, origano, maggiorana)

Procedimento:
Per prima cosa prepariamo la pasta fresca: mettete la farina su una spianatoia, aggiungete 4 cucchiai di olio, 2 cucchiai di paprika e acqua quanto basta per formare un panetto morbido e omogeneo, che, una volta lavorato a sufficienza, lascerete riposare avvolto in un canovaccio per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, stendete la pasta con il mattarello su una superficie leggermente infarinata fino ad ottenere una sfoglia sottile, poi tagliatela della forma che preferite (io ho fatto delle striscioline, una specie di tagliatella ma molto casereccia!).

Per il pesto invece frullate il basilico con le mandorle, una presa di sale, 2 cucchiai di acqua e olio aggiunto a filo fino ad ottenere un pesto corposo, con le mandorle ridotte a una granella piuttosto sottile.

I pomodorini potete prepararli anche in anticipo: tagliateli a metà, disponeteli su una teglia e insaporiteli con un pizzico di sale, un cucchiaino di zucchero di canna, timo, origano e altre erbe aromatiche a vostro piacere. Infornate a 100° per circa 20 minuti.

Una volta pronti tutti gli ingredienti, cuocete la pasta in abbondante acqua salata (basteranno un paio di minuti essendo pasta fresca) e scolatela in una ciotola, tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura. Amalgamate il pesto alla pasta delicatamente, aggiungendo un po’ di acqua di cottura in modo da ottenere un giusto grado di cremosità. Terminate il piatto con alcuni pomodorini e servite subito.

pasta fresca con pesto di basilico e mandorle

 

Buon appetito!