Tortino di patate con funghi Portobello

Per coloro che sono interessati (giustamente!) solo alla ricetta, scorrete in giù fino alla scritta INGREDIENTI! Non sono solita scrivere preamboli ai miei post, ma questa volta è necessario.

L’ultima ricetta pubblicata risale a Marzo 2016 e per 10 mesi mi sono completamente disinteressata del blog. Avevo pubblicato ricette, più o meno costantemente, per circa 5 anni; quello che era sempre stato un hobby piacevole iniziava a sembrarmi un “obbligo”, avevo smesso di divertirmi nel farlo. Per cui avevo deciso di staccare, mettendo il sito in stand-by, una pausa a tempo indeterminato.

Negli ultimi tempi però ho iniziato a considerare l’idea di tornare a pubblicare, magari non solo ricette. Ad esempio ho nel cassetto delle bozze di “consigli di viaggio”, maturati durante le ultime vacanze con la famiglia (Gran Canaria, Maiorca, Tenerife), che aspettano solo di essere messi in ordine e pubblicati. In questi mesi di assenza dal blog ho effettuato anche dei periodi di detox a base principalmente di estratti di frutta e verdura, mi piacerebbe confezionare un bel post riguardo a questa interessante esperienza.

Questa introduzione per dire, sia a coloro che mi seguivano prima sia ai nuovi arrivati, che questo blog tornerà a vivere, anche se non so ancora in che veste.

Ieri per curiosità sono andata a vedere le statistiche di visita, cosa che non facevo da mesi. Incredibilmente ho avuto più visite nel 2016 che negli anni precedenti, nonostante non avessi pubblicato praticamente nulla. Questo mi rende molto felice perché significa che il lavoro di anni, rappresentato da un archivio di centinaia di ricette, non è andato perduto e continua ad essere consultato. Per non parlare della pagina Facebook, che non avevo più utilizzato e che ha superato inspiegabilmente i 400 like!

Con questo nuovo slancio torna sui vostri schermi Veggie Choice, con una delle sue ricette più riuscite degli ultimi tempi!

Ingredienti per 8 tortini:
8 patate di media dimensione
8 funghi portobello non troppo grossi
100 ml di latte vegetale NON zuccherato
150 g di formaggio vegetale  a vostro piacere (io ho utilizzato Strachicca)
salvia (fresca o secca)
2 cucchiai di  lievito alimentare in scaglie
sale
olio extravergine di oliva
sale
pepe nero

Procedimento:
Fate lessare le patate fino a che saranno tenere se punzecchiate con una forchetta, ad eccezione di una patata che dovrete togliere a metà cottura.
Prendete la patata non completamente lessata, sbucciatela e tagliatela in modo da ottenere almeno 8 fette dello spessore di 3/4 mm. Ungete una padella antiaderente con un goccio d’olio e cuocete le fette di patata pochi minuti su entrambi i lati, fino a che saranno ben dorate e croccanti. Salate leggermente.
Sbucciate le altre patate e schiacciatele con lo schiacciapatate, poi mescolatele con il latte, sale, pepe, lievito, salvia e un paio di cucchiai d’olio. Amalgamate bene gli ingredienti e aggiustate il sapore in base al vostro gusto. Prendete degli stampini di alluminio o silicone tipo muffin (purché non siano troppo piccoli) e ungeteli con l’olio, aiutandovi con un pennello. Posizionate sul fondo una fetta di patata croccante e riempiteli con il composto di patate fino a metà altezza, inserite una noce di formaggio e terminate con il restante composto di patate. Livellate bene la superficie e infornate a 180° per circa 30/40 minuti: la superficie deve essere ben dorata.
Nel frattempo pulite i funghi, eliminate il gambo e ungeteli di olio. Fate scaldare una padella antiaderente, va benissimo una bistecchiera, e cuoceteli per circa 10 minuti, salandoli e girandoli a metà cottura. Dovranno perdere gran parte della loro acqua.

Una volta pronti i tortini di patate componete il piatto: rovesciate il tortino su una cappella di fungo e completate il piatto con verdura a scelta. E’ ottimo con spinaci, cime di rapa o semplice insalata di stagione.

sformato-di-patate-con-funghiBuon appetito!

Polpette di cime di rapa e patate

Oggi vi propongo delle ottime polpette, sostanziose e saporite!

Ingredienti per 10/12 polpette:
1 mazzo di cime di rapa
2 patate lessate (circa 250 g)
1/2 cipolla
pangrattato qb
2 cucchiai di farina di ceci
olio evo
sale

Procedimento:
Togliete la base più dura alle cime di rapa, lavatele e fatele lessare in pentola a pressione per circa 10 minuti dal fischio: dovranno essere molto tenere.
Nel frattempo tagliate sottilmente la cipolla e fatela rosolare in una padella con un goccio d’olio. Quando la cipolla, dopo alcuni minuti, sarà morbida, aggiungete le cime di rapa, salate e lasciate cuocere ancora un paio di minuti.
Una volta raffreddate, frullate le cime di rapa in modo da ottenere un composto liscio, che unirete alle patate schiacciate con lo schiacciapatate. Mescolate bene, unite la farina di ceci e pangrattato quanto basta per ottenere un composto lavorabile, a cui darete la forma delle polpette (fatele della grandezza che preferite).
Passate le polpette nel pangrattato e disponetele in una teglia da forno precedentemente unta d’olio. Spennellate anche la superficie delle polpette con un filo d’olio e infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 25/30 minuti, avendo cura di girare le polpette a metà cottura. Quando avranno una crosticina croccante e dorata saranno pronte.
Io le ho accompagnate con un sugo di pomodori e basilico, molto semplice. Sono ottime anche in un panino con insalata e maionese!

polpette di cime di rapa e patate

Buon appetito!

Sformato di patate, fagiolini e cipolle

In questo ultimo periodo sto cucinando molti sformati, tortini, verdure al forno in genere. Trovo che siano dei piatti intelligenti, perché  si preparano in poco tempo, sono saporiti e si prestano a diverse occasioni: raffreddati e tagliati a quadratini possono essere un ottimo aperitivo, appena sformati sono un comfort food eccezionale, se accompagnati a verdure fresche e una fetta di buon pane sono un piatto unico semplice e squisito.
Uno dei miei accostamenti di sapore preferiti è costituito da patate, fagiolini, cipolle e basilico. Questo sformato comprende tutti questi ingredienti e secondo me è davvero delizioso!

Ingredienti per una teglia 30×20:
2 kg di patate
800 g di fagiolini lessati
1 cipolla grande
8 foglie di basilico fresco
olio evo
sale
paprika dolce (opzionale)
pangrattato qb

Procedimento:
Lessate le patate, sbucciatele e poi passatele allo schiacciapatate. Quando sono ancora calde, unite le foglie di basilico spezzettate, sale e olio (circa 4 cucchiai). Amalgamate bene.
Prendete i fagiolini precedentemente lessati e tritateli grossolanamente.
Sbucciate la cipolla e affettatela finemente. Mettetela in una padella con un goccio d’olio e un pizzico di sale e fatela appassire per circa 7/8 minuti a fuoco medio, aggiungendo poca acqua se necessario. Dovete ottenere una cipolla trasparente e ben cotta.
Unite al composto di patate i fagiolini e le cipolle, mescolate bene e aggiustate di sale. Se vi piace insaporite con un cucchiaio di paprika dolce.
Prendete una teglia e oliatela sul fondo, poi distribuite il composto livellandolo in superficie. Cospargete con abbondante pangrattato e un giro d’olio. Infornate a 200° per circa 20/25 minuti, fino a che non vedrete formarsi una crosticina dorata.
Servite sia caldo che freddo.

Sformato di patate e fagiolini

Buon appetito!

Peperoni ripieni di patate e zucchine

E’ il primo anno che sono contenta sia arrivata la stagione dei peperoni, non perché prima non mi piacessero, anzi, ma perché non li ho mai digeriti. Dopo aver fatto un anno di astinenza completa, ho riprovato ad assaggiarli circa un mese fa e, miracolo!, posso mangiarli senza avere alcuna sgradevole conseguenza, persino senza togliere loro la buccia!  Oggi vi propongo dunque la ricetta per un piatto semplice da preparare, dal gusto deciso e delizioso, con ovviamente protagonisti assoluti i peperoni!

Ingredienti per 4 persone:
3 peperoni (io avevo quelli verdi)
1 kg di patate
2 zucchine
1 spicchio d’aglio
pangrattato qb
basilico fresco
origano secco
olio evo
sale

Procedimento:
Lessate le patate, sbucciatele e passatele con lo schiacciapatate. Lavate le zucchine, grattugiatele e fatele cuocere circa 5 minuti in una padella con un goccio d’olio e lo spicchio d’aglio. Unite le zucchine alle patate schiacciate, aggiungete 5 cucchiai colmi di pangrattato, sale, basilico spezzettato, 2 cucchiai d’olio e mescolate bene. Tagliate i peperoni a metà nel senso della lunghezza ed eliminate i semi e i filamenti bianchi. Disponeteli su una teglia capiente ricoperta di carta da forno, cospargeteli con un goccio d’olio, un pizzico di sale e rigirateli con le mani, in modo che risultino tutti unti. Riempite le metà dei peperoni con le patate,premendo bene con le mani. Cospargete con abbondante pangrattato, spolverate con l’origano e un filo d’olio. Infornate in forno già caldo a 200° per circa 40 minuti: i peperoni dovranno essere morbidi e la superficie croccante.

peperone ripieno di patate e zucchine

Buon appetito!

Fagottini salati con patate e piselli

Una ricetta ideale per un aperitivo o per un pic nic informale: deliziosi fagottini di pasta sfoglia ripieni di saporite verdure, un’esplosione di gusto e croccantezza! Noi li abbiamo letteralmente divorati, uno tira l’altro!

Ingredienti per 6 fagottini:
1 bicchiere di piselli sgusciati
2 patate
2 cipollotti
1 rotolo di pasta sfoglia 100% vegetale rettangolare
olio evo
sale
basilico

Procedimento:
Sbucciate le patate, tagliatele a fette spesse circa 3 mm e lessatele in acqua salata per circa 5 minuti, fino a che saranno tenere.
Mondate il cipollotto e tagliatelo sottilmente, poi mettetelo in una padella con un goccio d’olio e fatelo rosolare alcuni minuti. Aggiungete 1/2 bicchiere d’acqua calda, i piselli, salate e fate cuocere una decina di minuti con il coperchio, fino a che le verdure saranno cotte (i piselli devono rimanere piuttosto croccanti). Al termine della cottura unite le patate , che avrete precedentemente schiacciato grossolanamente con una forchetta, e alcune foglie di basilico fresco spezzate.
Con questo composto, una volta raffreddato,  farcite dei quadrati 10 cm x 10 cm di pasta sfoglia, piegandoli poi a metà e sigillando i bordi premendo con le dita.
Fate cuocere in forno già caldo a 200° per circa 10 minuti, o comunque fino a che saranno ben dorati in superficie.
Sono ottimi serviti freddi.

fagottini con patate e piselli

Buon appetito!

 

Torta salata con ceci, patate e cavolfiore romanesco

Ho appena notato che questo è il mio 500 esimo post! Tante cose sono cambiate in questi anni nella mia vita: ho iniziato il blog quando era appena nata la mia prima figlia, ero a casa in maternità ed avevo molto tempo libero. Poi le figlie sono diventate 2, il lavoro che mi tiene fuori casa tutto il giorno, il tempo che non basta mai. L’andamento del blog segue esattamente tutte queste fasi della mia vita: rappresenta dal punto di vista culinario 4 anni di famiglia, di scelte alimentari e di cronica mancanza di tempo.
Nonostante tutto riesco sempre a ritagliare un momento nella settimana per la pubblicazione di almeno una ricetta, per non trascurare le persone che mi seguono da sempre e quelle più recenti, per gli iscritti alla newsletter e per i visitatori occasionali, e soprattutto per me stessa, perché ogni volta che scorro le pagine del blog affiorano ricordi della mia vita e trovo sia una cosa magnifica!

Adesso passiamo però alla ricetta, perché questo è un blog  prettamente di cucina, non sono solita divagare così tanto!

Ingredienti per 1 torta salata:
1 confezione di pasta sfoglia 100% vegan
1 cavolfiore romanesco di medie dimensioni
2 patate grandi
1 scatola di ceci al naturale
4 cucchiai di latte vegetale non zuccherato
paprika dolce
curcuma
olio evo
sale

Procedimento:
Pulite il cavolfiore, eliminate le foglie e la base più dura (li userete per una minestra o per un brodo) e lessatelo in pentola a pressione per circa 10 minuti dal fischio (se non avete la pentola a pressione fatelo cuocere di più, deve essere morbido). Una volta pronto, schiacciatelo con una forchetta e fatelo insaporire pochi minuti in una padella con un filo d’olio e sale.
Frullate i ceci con un filo d’olio, il latte, sale, paprika e curcuma a piacere: dovete ottenere una crema liscia e saporita.
Pelate le patate e tagliatele a fette di circa 2 mm di spessore. cuocetele in una padella antiaderente con un goccio d’olio, disponendole in un solo strato e rigirandole di tanto in tanto. In questo modo otterremo delle patate dorate da ambo i lati. Salatele alla fine.
Stendete in una pirofila la pasta sfoglia, poi mettete uno strato di crema di ceci, le patate disposte uniformemente in un unico strato e terminate con il cavolfiore.
Cuocete in forno già caldo a 200° per circa 15/20 minuti, fino a che la pasta sfoglia sarà ben dorata. Servitela tiepida.

torta salata ceci patate cavolfiore

Buon appetito!

Zuppa di biete e fagioli

Solitamente quando nella cassetta trovo le biete o le erbette le sbollento velocemente e poi le congelo porzionate, in modo da averle sempre pronte per ogni evenienza. Ieri ho deciso di utilizzarle come ingrediente principale di una bella zuppa densa, perfetta per la stagione!

Ingredienti per 4 persone:
300 g di biete (io avevo quelle a costa rosse, ma vanno benissimo anche le tradizionali)
2 patate
1 carota
1 pezzo di porro (circa 5 cm)
1 gambo di sedano
400 g di fagioli già bolliti (vanno bene sia cannellini che borlotti o entrambi)
1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
olio evo
sale
peperoncino (opzionale)

Procedimento:
Lavate le biete e fatele bollire in acqua leggermente salata per circa 10 minuti. Pelate le patate e la carota e tagliateli a piccoli pezzi. Pulite il sedano dai suoi filamenti e affettatelo sottilmente. Tagliate sottile anche il porro. In una pentola mettete un goccio d’olio e fatevi rosolare porro, carote e sedano per alcuni minuti. Poi aggiungete le patate e le biete tagliate grossolanamente. Unite 1 litro di acqua calda, salate e lasciate cuocere con il coperchio. Quando le patate saranno tenere (circa 15 minuti), aggiungete i fagioli e il doppio concentrato di pomodoro. Salate e lasciate cuocere ancora 10 minuti: dovete ottenere una zuppa bella densa. Se vi piace, insaporite con del peperoncino.

Zuppa di biete e fagioli

Buon appetito!

Lasagne con carciofi e porcini

Ci sono molte ricette che abbinano i carciofi ai funghi porcini e il motivo è presto detto: sono due ingredienti che insieme fanno faville in termini di gusto. Questa lasagna è un connubio ben riuscito di sapori e consistenze, non vi deluderà!

Ingredienti per 6 persone:
300 g di pasta per lasagne di semola di grano duro (io utilizzo le Ondine Delverde)
4 carciofi
200 g di funghi porcini surgelati
3 patate
1/2 cipolla
1 litro di latte vegetale non zuccherato
100 g di farina 0
olio evo
sale
pepe
noce moscata
prezzemolo

Procedimento:
Mondate i carciofi (se non sapete pulire un carciofo, QUI trovate il procedimento) e tagliate i gambi a piccoli pezzi e il resto a fette sottili. Pelate le patate e tagliatele a cubetti piccoli (1/2 cm). Affettate sottilmente la cipolla. In una padella mettete un goccio d’olio e la cipolla, fatela rosolare alcuni minuti, poi aggiungete i carciofi e le patate. Lasciate cuocere le verdure circa 5 minuti a fuoco vivace, avendo cura di mescolare spesso per non farle bruciare, poi aggiungete i funghi, salate, pepate e proseguite la cottura per circa 20/25 minuti, con il coperchio. Se le verdure dovessero asciugarsi troppo aggiungete un goccio d’acqua o di brodo vegetale. Fuori dal fuoco spolveratele con abbondante prezzemolo.
Preparate poi la besciamella: in una casseruola mettete 8 cucchiai d’olio con la farina e mescolate a fuoco basso, poi iniziate ad aggiungere gradualmente il latte tiepido, avendo cura di non formare grumi (usate una frusta). Salate, unite un pizzico di noce moscata e, sempre continuando a mescolare, portate lentamente a bollore. La besciamella sarà pronta quando inizierà ad ispessirsi.
Componete poi le lasagne: in una pirofila alternate uno strato di pasta (quella che ho utilizzato io prevedeva un pre ammollo dipochi minuti in acqua tiepida) ad uno di besciamella, poi cospargete con le verdure, e così via fino ad esaurire tutti gli ingredienti. Terminate con uno strato di besciamella e verdure.
Infornate a 185° per circa 20 minuti, fino a che la pasta sarà ben cotta e la superficie croccante.

Lasagne con carciofi e porcini

 

Buon appetito!

 

Vellutata di rape rosse, sedano rapa e finocchio

Con l’arrivo delle temperature più fresche tornano sulla nostra tavola le zuppe e le creme di verdura. Questa ricetta vi stupirà, oltre che per il colore rosa shocking, per il gusto davvero delicato ed invitante!

Ingredienti per 4 persone:
1 finocchio
1 rapa rossa
1 sedano rapa di piccole dimensioni
4 patate
olio evo
sale
pepe
tofu affumicato (o piccoli crostini di pane)

Procedimento:
Pelate le patate, il sedano rapa e la rapa rossa. Mondate il finocchio e tagliate tutte le verdure a piccoli tocchetti. In una pentola capiente mettete un goccio d’olio e fate rosolare le verdure per un paio di minuti, poi aggiungete mezzo litro d’acqua, salate e lasciate cuocere con il coperchio per circa 30 minuti: le verdure devono essere morbide. A quel punto frullate il tutto (se necessario aggiungete ancora un goccio d’acqua calda), aggiustate di sale e servite con dei piccoli pezzetti di tofu affumicato o, in alternativa, dei crostini. Spolverate con abbondante pepe e terminate con un giro di olio a crudo.

Vellutata di rape rosse, sedano rapa e finocchio
Buon appetito!

Torta salata alle verdure

Non so esattamente quante ricette di torte salate ho pubblicato sul mio blog, sicuramente tante, ma io le adoro e continuo imperterrita. Questa versione è un vero e proprio trionfo di verdure, forse poco adatta al taglio di fette perfette, perché la farcitura tende a prendere il sopravvento!

Ingredienti:
1 disco di pasta sfoglia  vegan
1 pomodoro piuttosto grosso (meglio cuore di bue)
2 zucchine
1/2 porro
3 patate
olio evo
sale
paprika
timo e origano
basilico

Procedimento:
Per prima cosa lessate le patate, pelatele e tagliatele a fette di circa 3/4 mm di spessore. Poi affettate sottilmente il porro e lasciatelo stufare in padella con un goccio d’olio e un pizzico di sale per 5 minuti circa. Togliete il porro e nella stessa padella fate cuocere le zucchine tagliate a rondelle sottili. Dopo circa 15 minuti dovrebbero essere morbide ma non sfatte. Salatele, aggiungete paprika a vostro gusto, timo e origano. Tagliate il pomodoro a fette di circa 5 mm, se è troppo acquoso tamponate le fette con carta assorbente.
Quando tutti gli ingredienti si saranno raffreddati, potete assemblare la torta: stendete la pasta sfoglia in una tortiera rivestita di carta forno e farcitela con uno strato uniforme di patate. Salate leggermente la superficie, poi disponete le zucchine, i pomodori, un altro pizzico di sale e il porro. Terminate con foglie di basilico fresco.
Infornate in forno già caldo a 200° per circa 20/25 minuti.

torta salata

Buon appetito!