Tortino di patate con funghi Portobello

Per coloro che sono interessati (giustamente!) solo alla ricetta, scorrete in giù fino alla scritta INGREDIENTI! Non sono solita scrivere preamboli ai miei post, ma questa volta è necessario.

L’ultima ricetta pubblicata risale a Marzo 2016 e per 10 mesi mi sono completamente disinteressata del blog. Avevo pubblicato ricette, più o meno costantemente, per circa 5 anni; quello che era sempre stato un hobby piacevole iniziava a sembrarmi un “obbligo”, avevo smesso di divertirmi nel farlo. Per cui avevo deciso di staccare, mettendo il sito in stand-by, una pausa a tempo indeterminato.

Negli ultimi tempi però ho iniziato a considerare l’idea di tornare a pubblicare, magari non solo ricette. Ad esempio ho nel cassetto delle bozze di “consigli di viaggio”, maturati durante le ultime vacanze con la famiglia (Gran Canaria, Maiorca, Tenerife), che aspettano solo di essere messi in ordine e pubblicati. In questi mesi di assenza dal blog ho effettuato anche dei periodi di detox a base principalmente di estratti di frutta e verdura, mi piacerebbe confezionare un bel post riguardo a questa interessante esperienza.

Questa introduzione per dire, sia a coloro che mi seguivano prima sia ai nuovi arrivati, che questo blog tornerà a vivere, anche se non so ancora in che veste.

Ieri per curiosità sono andata a vedere le statistiche di visita, cosa che non facevo da mesi. Incredibilmente ho avuto più visite nel 2016 che negli anni precedenti, nonostante non avessi pubblicato praticamente nulla. Questo mi rende molto felice perché significa che il lavoro di anni, rappresentato da un archivio di centinaia di ricette, non è andato perduto e continua ad essere consultato. Per non parlare della pagina Facebook, che non avevo più utilizzato e che ha superato inspiegabilmente i 400 like!

Con questo nuovo slancio torna sui vostri schermi Veggie Choice, con una delle sue ricette più riuscite degli ultimi tempi!

Ingredienti per 8 tortini:
8 patate di media dimensione
8 funghi portobello non troppo grossi
100 ml di latte vegetale NON zuccherato
150 g di formaggio vegetale  a vostro piacere (io ho utilizzato Strachicca)
salvia (fresca o secca)
2 cucchiai di  lievito alimentare in scaglie
sale
olio extravergine di oliva
sale
pepe nero

Procedimento:
Fate lessare le patate fino a che saranno tenere se punzecchiate con una forchetta, ad eccezione di una patata che dovrete togliere a metà cottura.
Prendete la patata non completamente lessata, sbucciatela e tagliatela in modo da ottenere almeno 8 fette dello spessore di 3/4 mm. Ungete una padella antiaderente con un goccio d’olio e cuocete le fette di patata pochi minuti su entrambi i lati, fino a che saranno ben dorate e croccanti. Salate leggermente.
Sbucciate le altre patate e schiacciatele con lo schiacciapatate, poi mescolatele con il latte, sale, pepe, lievito, salvia e un paio di cucchiai d’olio. Amalgamate bene gli ingredienti e aggiustate il sapore in base al vostro gusto. Prendete degli stampini di alluminio o silicone tipo muffin (purché non siano troppo piccoli) e ungeteli con l’olio, aiutandovi con un pennello. Posizionate sul fondo una fetta di patata croccante e riempiteli con il composto di patate fino a metà altezza, inserite una noce di formaggio e terminate con il restante composto di patate. Livellate bene la superficie e infornate a 180° per circa 30/40 minuti: la superficie deve essere ben dorata.
Nel frattempo pulite i funghi, eliminate il gambo e ungeteli di olio. Fate scaldare una padella antiaderente, va benissimo una bistecchiera, e cuoceteli per circa 10 minuti, salandoli e girandoli a metà cottura. Dovranno perdere gran parte della loro acqua.

Una volta pronti i tortini di patate componete il piatto: rovesciate il tortino su una cappella di fungo e completate il piatto con verdura a scelta. E’ ottimo con spinaci, cime di rapa o semplice insalata di stagione.

sformato-di-patate-con-funghiBuon appetito!

Sformato di taccole e patate

Visto che per mia figlia Angela non esiste né il sabato né la domenica, nel senso che ci si sveglia sempre a 6.30, per tenerla occupata senza disturbare il resto della famiglia le chiedo di aiutarmi a pulire e preparare le verdure. E’ un’attività che le piace molto: piselli, fagioli, fave e, da oggi, pure le taccole, non hanno più segreti per lei!
Ma passiamo alla ricetta! Le taccole sono davvero una verdura deliziosa, con una tendenza al gusto dolce. In questa ricetta il loro sapore viene esaltato, grazie anche al contrasto di consistenze con la morbidezza delle patate: ideale come contorno o secondo piatto, buono sia caldo che freddo!

20150523_074807

 

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti:
300/400 g taccole
5 patate
olio evo
aglio
erbe aromatiche (io ho usato salvia e rosmarino)
sale
pepe
pangrattato

Procedimento:
Eliminate le estremità delle taccole, lavatele e fatele cuocere in abbondante acqua salata per circa 7/8 minuti: devono essere tenere ma non troppo.
Lessate anche le patate e passatele con lo schiacciapatate.
In una padella fate scaldare un goccio generoso d’olio con uno spicchio d’aglio (io ho usato direttamente l’olio in cui conservo i bigoli/talli d’aglio e vi assicuro che il risultato è eccellente. Se volete sapere come faccio, leggete la ricetta qui: BIGOLI D’AGLIO SOTT’OLIO).
Fate insaporire per alcuni minuti le taccole in questo olio aromatico, aggiustate di sale e rivestite uno stampo disponendo ordinatamente le taccole sia sulla base che sulle pareti, senza lasciare buchi.
Nella stessa padella mettete le patate schiacciate, le erbe aromatiche, salate, pepate e amalgamate bene il tutto, in modo da ottenere un composto saporito.
Riempite con le patate lo stampo precedentemente foderato con le taccole, cospargete con un filo d’olio e abbondante pangrattato e infornate per circa 20 minuti a 200°, in modo che la superficie diventi ben dorata.
Servite sia caldo che freddo. Per una presentazione più scenografica potete capovolgere lo stampo in un piatto da portata.

sformato di taccole e patate

Buon appetito!