Peperoni ripieni di bulgur e verdure

Nell’ultima cassetta bio c’erano anche zucchine e peperoni, decisamente in anticipo rispetto al solito, ma comunque molto gradite, dopo l’inverno a base di cavoli e simili! Con quelle verdure, unitamente alle biete, ho preparato un piatto colorato e saporito, che si può gustare sia caldo che freddo. Il bulgur che ho usato era di soia, ma andrà bene qualunque tipo di bulgur, o quinoa o cous cous.

Ingredienti per 4 persone:
200 g di bulgur
12 gambi di biete colorate (gialle e rosse)
2 zucchine
2 peperoni
1 porro
paprika dolce
timo
origano
olio evo
salsa di soia
prezzemolo

Procedimento:
Prendete i peperoni ed eliminate le estremità, poi svuotateli dei semi e tagliateli in cilindri di circa 5 cm di altezza: dovrete ottenerne uno per ogni commensale. Fateli grigliare su una piastra rovente leggermente unta d’olio, avendo cura di rigirarli di tanto in tanto in modo che la cottura sia uniforme. Mettete da parte.
Pulite il porro e tagliatelo sottilmente, poi fatelo rosolare con 4 cucchiai d’olio in una padella capiente. Quando il porro sarà trasparente, aggiungete i gambi di bieta puliti e tagliati a quadratini, le zucchine tagliate della stessa dimensione delle biete, salate e fate cuocere a fuoco sostenuto per circa 10/15 minuti. Verso fine cottura insaporite con paprika, timo, origano e altri aromi a vostro gusto. A fuoco spento aggiungete del prezzemolo fresco tritato.
Nel frattempo lessate il bulgur in abbondante acqua calda salata per il tempo necessario (leggete le istruzioni sulla confezione).
Scolate il bulgur e fatelo saltare a fuoco vivace in padella con le verdure per qualche minuto, in modo che gli ingredienti si amalgamino bene. Aggiungete qualche cucchiaio di salsa di soia per insaporire ulteriormente.
Servite il bulgur dentro i peperoni grigliati. Si può mangiare sia caldo che freddo.

Burgul di soia con verdure croccanti

Buon appetito!

Annunci

Sedano rapa arrosto

Oggi vi propongo un’idea semplice e veloce per preparare il sedano rapa, ortaggio ancora poco conosciuto ed utilizzato e, secondo me, meritevole di maggiore considerazione. Potete prepararlo come secondo piatto oppure come contorno. La ricetta può essere modificata a vostro piacere con altre spezie.

Ingredienti:
1 sedano rapa
olio evo buono
sale
paprika dolce
origano

Procedimento:
Sbucciate il sedano rapa con un pelapatate e tagliatelo a fette spesse circa 4/5 mm.
Mettete le fette in un piatto e conditele con olio, sale, origano e paprika abbondante. Mescolate bene con le mani in modo che tutta la verdura sia ricoperta di spezie.
Disponete le fette in un unico strato su una teglia ricoperta di carta da forno e infornate a 185° per circa 15/20 minuti. Verificate il grado di cottura con una forchetta: le fette devono essere tenere.
Io l’ho servito con contorno di purè di patate.

sedano rapa arrostito

Buon appetito!

 

Torta salata con cavolfiore e funghi Portobello

Come ben sapete la maggior parte della verdura e della frutta che utilizzo vengono dalla cassetta biologica di CortoBio, anche se qualche volta integro con altri ingredienti che compro o dal fruttivendolo o al supermercato. La scorsa settimana ho trovato all’ esselunga i funghi portobello, che mi incuriosivano molto visto che sono un ingrediente ricorrente in diversi libri di cucina vegana, specie d’oltreoceano. Per chi non li avesse mai visti, sono degli enormi funghi champignon, carnosi e ideali per essere grigliati, arrostiti o cucinati ripieni.
Se non li trovate, potete tranquillamente utilizzare i funghi champignon, il risultato al palato sarà molto simile all’originale!

Ingredienti:
1 confezione di pasta sfoglia vegetale
1 cavolfiore di medie dimensioni
3 funghi portobello (o 15 champignon)
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di lievito di birra in scaglie
latte di riso qb
4 cucchiai di pangrattato
prezzemolo
olio evo
sale
pepe

Procedimento:
Lessate il cavolfiore, privandolo delle foglie. Una volta cotto, tagliatelo a pezzi grossolanamente e fatelo insaporire in padella con un goccio d’olio e lo spicchio d’aglio. Salate e pepate e fate cuocere un paio di minuti. Trascorso questo tempo eliminate l’aglio e frullate il cavolfiore con il lievito, prezzemolo a piacere e il pangrattato, aggiungendo un goccio di latte se necessario: dovete ottenere un composto liscio e non troppo liquido. Assaggiate ed eventualmente aggiustate di sale.
Mettete la pasta sfoglia in una tortiera foderata con carta forno e bucherellate il fondo con una forchetta. Cospargete con un velo di pangrattato e riempite con il composto di cavolfiore. Lavate velocemente i funghi portobello, eliminate i residui di terra con un fglio di carta assorbente e affettateli sottilmente. Metteteli in una ciotola e conditeli con un goccio d’olio, sale e pepe. Mescolateli bene e disponeteli sulla superficie della torta salata, cercando di non sovrapporli troppo. Infornate in forno già preriscaldato a 200° per circa 20/25 minuti, o comunque fino a che la pasta sfoglia acquisirà un bel colore dorato. Servite tiepida o fredda.

torta salata con cavolfiore e funghi portobello

Buon appetito!

Sformato di patate, fagiolini e cipolle

In questo ultimo periodo sto cucinando molti sformati, tortini, verdure al forno in genere. Trovo che siano dei piatti intelligenti, perché  si preparano in poco tempo, sono saporiti e si prestano a diverse occasioni: raffreddati e tagliati a quadratini possono essere un ottimo aperitivo, appena sformati sono un comfort food eccezionale, se accompagnati a verdure fresche e una fetta di buon pane sono un piatto unico semplice e squisito.
Uno dei miei accostamenti di sapore preferiti è costituito da patate, fagiolini, cipolle e basilico. Questo sformato comprende tutti questi ingredienti e secondo me è davvero delizioso!

Ingredienti per una teglia 30×20:
2 kg di patate
800 g di fagiolini lessati
1 cipolla grande
8 foglie di basilico fresco
olio evo
sale
paprika dolce (opzionale)
pangrattato qb

Procedimento:
Lessate le patate, sbucciatele e poi passatele allo schiacciapatate. Quando sono ancora calde, unite le foglie di basilico spezzettate, sale e olio (circa 4 cucchiai). Amalgamate bene.
Prendete i fagiolini precedentemente lessati e tritateli grossolanamente.
Sbucciate la cipolla e affettatela finemente. Mettetela in una padella con un goccio d’olio e un pizzico di sale e fatela appassire per circa 7/8 minuti a fuoco medio, aggiungendo poca acqua se necessario. Dovete ottenere una cipolla trasparente e ben cotta.
Unite al composto di patate i fagiolini e le cipolle, mescolate bene e aggiustate di sale. Se vi piace insaporite con un cucchiaio di paprika dolce.
Prendete una teglia e oliatela sul fondo, poi distribuite il composto livellandolo in superficie. Cospargete con abbondante pangrattato e un giro d’olio. Infornate a 200° per circa 20/25 minuti, fino a che non vedrete formarsi una crosticina dorata.
Servite sia caldo che freddo.

Sformato di patate e fagiolini

Buon appetito!

Teglia di verdure estive aromatiche

Uno di quei piatti semplici da realizzare, con pochi ingredienti, che vi farà esclamare: come ho fatto a non pensarci prima! Credetemi, è un piatto di una bontà incredibile!

Ingredienti per 4/6 persone:
1 melanzana grande
2 zucchine grandi
1 pomodoro cuore di bue grande
pangrattato
olio evo
salvia
rosmarino
basilico
sale

Procedimento:
Sbucciate la melanzana, tagliatela a fette spesse circa 3/4 mm. Lavate le zucchine e tagliatele a fette dello stesso spessore delle melanzane. Grigliate sia le melanzane che le zucchine, da ambo i lati.
Affettate il pomodoro a fette non troppo spesse.
In un mixer mettete del pangrattato e frullatelo con salvia, rosmarino, basilico e  sale (è l’unico sale che metterete, per cui regolatevi: il pangrattato deve essere ben saporito).
Prendete una teglia e fate uno strato di melanzane, cospargetelo con il pangrattato aromatico e un giro d’olio. Poi è la volta delle zucchine, pangrattato, olio,  uno stato di pomodori, pangrattato, olio, e così via fino ad esaurire gli ingredienti. Terminate con il pangrattato e un giro d’olio. Infornate a 185° per circa 20 minuti, o comunque fino a che non si creerà una bella crosta in superficie.

tortino saporito con verdure estive

Buon appetito!

Farro con lime, anacardi e verdure

Mi rendo conto solo ora che è più di un mese che non scrivo nulla, a dir la verità non ho mai aperto il sito in tutto questo tempo. Avevo bisogno di staccare completamente la spina, sia dal lavoro che dalla cucina. Ho scelto il giorno del mio compleanno per tornare a scrivere, ho in arretrato diverse ricette, cercherò di mettermi in pari in questi ultimi giorni di vacanza.
Iniziamo con una ricetta che ha come protagonista il farro, arricchito da verdure di stagione e sapori poco tradizionali come quelli del lime e degli anacardi. Un’ottima idea per un pasto leggero, colorato e dal gusto decisamente estivo!

Ingredienti per 4 persone:
280 g di farro
1 melanzana
1/2 peperone rosso
1/2 peperone giallo
1/2 cipolla
1 zucchina
1 manciata di anacardi al naturale (o tostati)
1 lime
basilico fresco
olio evo
sale

Procedimento:
Cuocete il farro come da istruzioni sulla confezione. Nel frattempo sbucciate la cipolla e affettatela finemente, poi lavate i peperoni, eliminate i semi e il picciolo e tagliateli a pezzetti piccoli. Pelate la melanzana e lavate la zucchina e tagliatele a piccoli pezzi, delle stesse dimensioni dei peperoni. Mettete sul fuoco una padella capiente con un goccio d’olio e fate rosolare alcuni istanti la cipolla; non appena sarà trasparente, aggiungete i peperoni, le zucchine e le melanzane. Unite un mestolo d’acqua calda, salate, mettete il coperchio e fate cuocere circa 20 minuti. Le melanzane dovranno essere molto morbide, cremose.
Prendete una manciata di anacardi e tritateli grossolanamente con il mixer, senza ridurli in farina.
Una volta pronto, scolate il farro e unitelo alle verdure, aggiungete qualche foglia di basilico spezzettata, gli anacardi tritati e il succo di 1 lime. La melanzana conferirà una particolare cremosità al farro, ben bilanciata dalla granella di anacardi. Il lime esalterà i sapori, donandogli una piacevole freschezza.
Da consumarsi tiepido o freddo, con un filo d’olio a crudo.

farro con lime, anacardi e verdure

Buon appetito!

Torta salata con fagiolini e besciamella

Quando non ero ancora vegana, ero solita preparare una torta salata con i fagiolini e il grana che mi piaceva davvero moltissimo. Ho voluto quindi provare a creare un’alternativa a quella ricetta, altrettanto golosa ma senza latticini. Il risultato è molto soddisfacente: una torta salata saporita, ideale da consumare una volta raffreddata.

Ingredienti:
1 rotolo di pasta sfoglia vegetale
400 g di fagiolini già lessati
1 cipollotto
20 g di farina
20 g di olio evo
200 ml di latte vegetale (io soia)
basilico fresco
sale
olio evo
5 cucchiai di pangrattato

Procedimento:
Pulite il cipollotto e affettatelo sottilmente. Mettetelo in una padella con un goccio d’olio e lasciatelo appassire per qualche minuto a fuoco moderato, poi aggiungete i fagiolini lessati e tagliati grossolanamente.
Fate cuocere circa 5 minuti, salate e unite 4/5 foglie di basilico spezzettato. Spegnete il fuoco.
In un pentolino mettete 20 g di olio e altrettanti di farina, mescolateli e lasciateli cuocere alcuni istanti, poi unite il latte tiepido e un pizzico di sale. Mescolate continuamente con una frusta in modo che non si creino grumi e proseguite per circa 5 minuti, fino a che la besciamella si sarà ispessita (ci serve una besciamella consistente).
Unite la besciamella ai fagiolini, aggiungete 4 cucchiai di pangrattato e mescolate bene. Aggiustate di sale se necessario.
Foderate una pirofila con la carta da forno e la pasta sfoglia, poi riempitela con il composto, spolverate con pangrattato e infornate per circa 25 minuti a 200°. Lasciate raffreddare prima di servire.

torta salata con fagiolini e besciamella

Buon appetito!

Cicoria puntarelle e farinata di ceci

La cicoria puntarelle è una verdura deliziosa, specialmente il suo cuore dall’aspetto così “strano”. Ha un sapore amarognolo ma allo stesso tempo dolce e una consistenza gradevolissima al palato. La ricetta che vi propongo oggi ha questo ingrediente come protagonista assoluto, nella sua interezza di foglie e puntarelle: da provare!

Ingredienti per 2 persone:
2 piccoli cespi di cicoria puntarelle
150 gr di farina di ceci
450 ml di acqua
olio evo
sale
peperoncino
olive taggiasche
semi di sesamo
limone

Procedimento:
Per prima cosa dovete preparare la farinata di ceci, che richiede tempi di riposo e cottura lunghi.
Mescolate la farina di ceci con 450 ml di acqua, fate sciogliere tutti i grumi e lasciate riposare minimo 5/6 ore a temperatura ambiente con un coperchio. Trascorso questo tempo, eliminate la schiuma superficiale e aggiungete un paio di prese di sale e 4/5 cucchiai di olio e mescolate bene.
Prendete una teglia antiaderente (con queste dosi circa 28 cm di diametro) e spennellatela d’olio, poi infornate a 180° per circa 30 minuti, o comunque fino a che la farinata sarà completamente cotta e ben dorata. Vi consiglio di prepararla anche il giorno prima.
Pulite le cicorie togliendo tutte le foglie e conservando il cuore di puntarelle intero, tagliando solo la base più coriacea.
Fate lessare le foglie 10 minuti in abbondante acqua leggermente salata, poi scolatele e, una volta raffreddate, conditele con olio, sale e limone. Prendete i cuori di puntarelle e metteteli in una padella con un filo d’olio e 1/2 bicchiere d’acqua. Fateli cuocere con il coperchio per circa 10/15 minuti, fino a che saranno teneri se punzecchiati con una forchetta. Insaporiteli con sale e peperoncino.
Disponete in un piatto una fetta di farinata, le cicorie condite, il cuore di puntarelle e guarnite con olive taggiasche e semi di sesamo a piacere.

Cicoria puntarelle e farinata di ceci
Buon appetito!

 

Biscotti vegani con mandorle e cioccolato

Il post di questa settimana è uno strappo alle “regole” del blog, che prevede la pubblicazione di ricette con ingredienti trovati nella cassetta bio. Ma siccome sono regole che mi sono auto-imposta, posso benissimo trasgredirle! Non potevo non pubblicare questa ricetta di biscotti alle mandorle e cioccolato: sono davvero ottimi, io li preparo tutte le domeniche e durano l’intera settimana. Buoni sia da soli che inzuppati nel latte o nel tè, non vi faranno rimpiangere i vostri biscotti confezionati preferiti!

Ingredienti per 70 biscotti circa:
375 g di farina 0
50 g di fecola di patate
100 g di farina di riso
130 g di mandorle tritate finemente con il mixer
250 g di zucchero di canna
50 g di cioccolato fondente
12 g di lievito
150 g di olio di girasole bio
150 ml di acqua
la buccia di 1/2 limone

Procedimento:
Mettete lo zucchero nell’acqua e mescolate bene, in modo che lo zucchero si sciolga un po’. Tritate il cioccolato con il coltello. Unite tutti gli ingredienti e lavorateli velocemente. Prendete il composto (che sarà ben malleabile) e formate 2 “salami”del diametro di circa 3-4 cm, avvolgeteli nella carta stagnola e metteteli in frigo per almeno un’ora.
Trascorso il tempo necessario, eliminate la stagnola e affettate il composto con un coltello mantenendo uno spessore di circa 1 cm. Posizionate i biscotti così ottenuti su una teglia ricoperta di carta da forno e cuoceteli in forno già caldo a 170° per circa 15 minuti (io ho utilizzato la funzione ventilato). I biscotti dovranno risultare leggermente dorati, poi una volta raffreddati avranno la consistenza corretta.

Biscotti vegani mandorle e cioccolato

Buon appetito!

Farro con cavolfiore e pesto di sedano

Un piatto completo dal gusto delicato e piacevole, esaltato da un pesto di foglie di sedano, economico e anti-spreco!

Ingredienti per 4 persone:
360 g di farro
1 cavolfiore piccolo
1 tazza di foglie di sedano
50 g di anacardi al naturale (già ammollati in acqua per un paio d’ore)
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
sale
olio evo
pepe nero

Procedimento:
Lavate il cavolfiore, eliminate le foglie e la parte più dura del gambo (usatele per una zuppa) e tagliatelo a piccoli pezzi. In una padella mettete un goccio d’olio e lo spicchio d’aglio, unite il cavolfiore e lasciate rosolare un paio di minuti. Salate, aggiungete mezzo bicchiere di acqua calda e lasciate cuocere una decina di minuti, fino a che il cavolfiore sarà morbido. Al termine unite prezzemolo a piacere.
Nel frattempo fate lessare il farro il tempo necessario e scolatelo al dente. Mescolate il farro con il cavolfiore.
Lavate le foglie di sedano e frullatele con gli anacardi, sale, pepe, 5/6 cucchiai di olio e un goccio d’acqua (regolatevi in base alla consistenza, aggiungendone poca per volta). Dovete ottenere un pesto omogeneo.
Servite il farro accompagnandolo con un generoso cucchiaio di pesto di sedano. Consiglio di servirlo tiepido per esaltarne i sapori.

farro con cavolfiore e pesto di foglie di sedano

Buon appetito!